Vietnam: mercato bevande in crescita

Vietnam: mercato bevande in crescita

Classe media in rapida espansione e forti riduzioni tariffarie per i prossimi anni: questi i due ingredienti che fanno prevedere ottime prospettive di settore nel territorio vietnamita. Non solo lo standard di vita delle famiglie vietnamite è in crescita: si assiste anche ad un continuo cambiamento dello stile di vita del consumatore urbano, portato sempre più all’acquisto di beni di qualità.

Attualmente, i principali mercati di approvvigionamento del Vietnam per l’importazione di bevande vedono fra i primi dieci partner tre paesi dell’ASEAN (Thailandia al primo posto, Malesia al quarto e Cambogia al decimo). Grazie agli accordi di libero scambio stipulati tra il Vietnam e l’UE, gli USA e gli altri paesi della regione ASEAN, insieme ad altre riduzioni tariffarie già in vigore, si prevede che verranno stabiliti rapporti più solidi con i Paesi occidentali intensificando gli scambi economici, commerciali e gli investimenti, offrendo così un maggiore aiuto agli investitori esteri che intendono stabilirsi nel mercato vietnamita e che in loco si trovano ad affrontare una rigida concorrenza interna.

Entro i prossimi otto anni tutte le tariffe sulle bevande importate contenute all’interno del EVFTA tra UE e Vietnam verranno eliminate. Le opportunità più interessanti per gli investitori stranieri si evidenziano, al momento, nel mercato delle bevande analcoliche e dei succhi di frutta, ma qualche apertura in più arriva anche dal settore delle bevande alcoliche (la birra, ad esempio, e il vino).

Per quanti fossero interessati ad approfondire, alleghiamo una recente indagine del desk italiano di Dezan Shira & Associates, importante società di consulenza nel mercato asiatico.

 Il settore delle bevande in Vietnam

Lascia un commento

Your email address will not be published.