Spese per l’export? FAREXPORT ha la soluzione ad hoc per la tua azienda grazie ai fondi della Regione

Spese per l’export? FAREXPORT ha la soluzione ad hoc per la tua azienda grazie ai fondi della Regione

Torniamo a parlare di fondi per l’internazionalizzazione.

Soffia, infatti, vento favorevole sulle nostre imprese, visto che la Regione Veneto continua a sostenere la PMI venete che intendono investire in percorsi di export, che si tratti di accesso o di consolidamento nei mercati esteri.

Ci riferiamo al bando POR FESR 2014-2020 (DGR n. 1967 del 23/12/2019), Asse 3, Azione 3.4.2, che si affianca all’Azione 3.4.1 di cui avevamo già dato notizia.

La misura di sostegno è prevista per le piccole e medie aziende, o aggregazioni di PMI in consorzi, contratti di rete soggetto, società consortili o società cooperative, che acquistano servizi specialistici erogati da fornitori registrati in un apposito “catalogo dei fornitori” – che si può anche trovare pubblicato sul portale regionale Innoveneto.

FAREXPORT è tra i fornitori iscritti e accreditati.

Con il nostro team di specialisti possiamo aiutarvi a creare e realizzare il progetto export che farà crescere la vostra azienda sui mercati esteri.

La dotazione finanziaria offerta dal Bando è di 3.000.000 euro, per un sostegno massimo di 40.000 euro ad azienda. Si tratta di un contributo in conto capitale (ai sensi dell’art. 18 consulenze del Reg. (UE) n. 651/2014), in misura variabile da 30% a 50%, sulla base della tipologia di servizio specialistico e del richiedente.

Il contributo sarà calcolato sulla spesa ammessa, effettivamente sostenuta e pagata per la realizzazione del progetto.

Quali le spese ammesse?

Si ammettono tutte le spese sostenute per tutti i servizi di consulenza e/o assistenza relativamente a:
Pianificazione promozionale;
– Pianificazione strategica; 
– Supporto normativo e contrattuale;
– Affiancamento specialistico attraverso un Temporary Export Manager (TEM).

I progetti non devono avere una durata superiore a 12 mesi, calcolati dalla data di pubblicazione del decreto di concessione del sostegno e il pagamento del contributo avverrà a saldo, su presentazione del rendiconto delle spese.

Le agevolazioni previste dal bando non sono cumulabili con altri aiuti di Stato concessi per le medesime spese incluse le agevolazioni concesse sulla base del Regolamento “de minimis”.

Altri dettagli sono disponibili anche nella Notizia VI 30202 del sito di Confindustria Vicenza.

Come fare domanda?

La domanda di sostegno deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato per la Programmazione Unitaria (SIU) della Regione, alla pagina dedicata.

Ricordiamo che sono previsti 3 sportelli, o per meglio dire “finestre temporali”, per la presentazione delle domande, con diverse deadline di compilazione e presentazione e 1.000.000 di euro di stanziamento su ciascun sportello.:

SPORTELLO N. 1
APERTURA PERIODO DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA: dal 24 febbraio 2020, ore 10.00 e fino al 19 marzo 2020, ore 17.00.
APERTURA PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA (CLICK DAY): 24 marzo 2020, ore 10.00.

SPORTELLO N. 2
APERTURA PERIODO DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA: dal 12 maggio 2020, ore 10.00 e fino al 2 luglio 2020, ore 17.00.
APERTURA PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA (CLICK DAY): 7 luglio 2020, ore 10.00.

SPORTELLO N. 3
APERTURA PERIODO DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA: dal 10 dicembre 2020, ore 10.00 e fino al 18 febbraio 2021, ore 17.00.
APERTURA PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA (CLICK DAY): 23 febbraio 2021, ore 10.00.

Contattaci per avere dettagli! Chiama lo 0444 232500.

Lascia un commento

Your email address will not be published.