Speciale Geoeconomia – ISPI

Speciale Geoeconomia – ISPI

Aggiornamento ISPI Global Watch (n.106 del 3/6/2022).

Durante questa settimana sono stati raggiunti i primi cento giorni di guerra tra Russia e Ucraina: poco più di tre mesi che potrebbero ridisegnare la mappa dei rapporti internazionali e che hanno già provocato un nuovo shock all’economia globale.

L’attualità

A cominciare dall’ulteriore “benzina” fornita all’inflazione che, secondo le ultime stime pubblicate da Eurostat, non accenna a diminuire: nell’eurozona a maggio è stato toccato un nuovo record (+8,1% su base annua). Nel frattempo, i 27 Paesi UE hanno trovato con grande fatica un accordo sull’embargo – parziale e non immediato – del petrolio russo: un passo importante nell’ambito delle sanzioni  che tuttavia  non nasconde le difficoltà nel mantenere l’unità in un settore delicato come quello energetico.

Ma la guerra potrebbe anche manifestare con più urgenza la necessità di riformare il sistema monetario internazionale, le cui regole non sono più adeguate: è ora di una nuova Bretton Woods? Inoltre, grandi potenze come la Cina perseguono strategie di espansione geopolitica e geoeconomica che potrebbero cambiare alleanze e rapporti di forza.

Le conseguenze del conflitto, geograficamente circoscritto, potrebbero essere molto più ampie: pensiamo al settore dell’automotive europeo, che dipende largamente da input chiave che provengono dalla regione del Mar Nero. Si parla di questo e di tanto altro nell’ISPI Global Watch, dedicato alla geoeconomia del mondo che verrà.

I Focus

La pubblicazione odierna ha un ampio focus sull’Africa e alcune tra le sue economie più dinamiche, alla prova della pandemia e delle conseguenze della guerra. E uno sguardo alla Colombia, che va verso il ballottaggio delle presidenziali con due candidati che promettono una rottura con il passato. Ma anche un occhio di riguardo verso il tema della transizione green, che interessa anche il settore dell’aviazione: dopo la pandemia i cieli sono nuovamente più trafficati, ma saranno anche più puliti?

Per maggiori approfondimenti visita la pubblicazione di ISPI Global Watch n.106 del 3/6/2022.

Per conoscere le opportunità dei tuoi prodotti sui mercati internazionali, contattaci al Desk FarExport, per un primo orientamento al mercato o per altre informazioni specifiche (tel. 0444 232500 – email: info@farexport.it).

Lascia un commento

Your email address will not be published.