Speciale Geoeconomia – ISPI

Speciale Geoeconomia – ISPI

Aggiornamento ISPI Global Watch (n.118 del 23/9/2022).

La settimana appena trascorsa ha visto una serie di rialzi dei tassi di interessi da parte delle banche centrali un po’ in tutto il mondo: a partire  dalla Federal Reserve statunitense (salita al 3,25%), cui ha fatto seguito la Bank of England. Anche la BCE dovrebbe effettuare un nuovo rialzo nelle prossime settimane.

L’attualità

Si parla di questo e altro nell’ISPI Global Watch, dedicato alla Geoeconomia del mondo che verrà: l’attenzione va al rischio di una crisi energetica in Europa con l’arrivo dell’inverno, affatto scongiurato nonostante il grande aumento di importazioni di GNL dagli USA.

E paradossalmente, la crescente digitalizzazione non aiuta a risolvere questa situazione: la produzione di dati consuma sempre più energia, ostacolando la transizione green.

Ma si evidenziano due spunti di ottimismo: il primo arriva dalla sponda sud del Mediterraneo, con Marocco ed Egitto che si candidano a diventare hub dell’idrogeno verde; il secondo è offerto dai termovalorizzatori, che secondo l’UE potrebbero essere un’arma in più per far funzionare l’economia circolare.

I Focus

Approfondimenti dedicati anche all’aumento del costo della vita che sta colpendo pesantemente l’area MENA. E alle sanzioni alla Russia, con un ottavo pacchetto alle porte, come annunciato dalla Commissione europea.

Sul numero 118 di ISPI Global Watch si parla anche di città del futuro e dei nuovi trend che lo sviluppo della mobilità elettrica potrebbe offrire.

Per maggiori approfondimenti visita la pubblicazione di ISPI Global Watch n.118 del 23/9/2022 .

Per consigli e opportunità sui mercati internazionali, contattaci al Desk FarExport, per un primo orientamento al mercato o per altre informazioni specifiche (tel. 0444 232500 – email: info@farexport.it).

Lascia un commento

Your email address will not be published.