Speciale Geoeconomia – ISPI

Speciale Geoeconomia – ISPI

Aggiornamento ISPI Global Watch (n.108 del 17/6/2022).

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata dai movimenti delle principali banche centrali: la FED americana ha deciso un rialzo dei tassi di 75 punti base (il più alto dal 1994), la Bank of England di 25 punti e la Banca Centrale Svizzera ha rialzato i tassi per la prima volta in 15 anni dello 0,5%. E la BCE? La riunione d’emergenza di mercoledì 15 ha annunciato che verrà studiato un meccanismo “anti-spread”.

L’attualità

Nel frattempo gli scambi internazionali continuano a essere rallentati dai vari “colli di bottiglia” a livello logistico: un altro fattore che contribuisce a frenare la ripresa economica, puntando il dito sulla necessità sempre maggiore di investimenti in infrastrutture. Un tema quello della logistica cui si dedicherà anche Confindustria Vicenza con un convegno il 28 giugno dal titolo “Logistica internazionale ed impatti sull’economia industriale”.

E poi le sanzioni alla Russia sulle tecnologie “dual-use” hanno ribadito l’importanza di catene del valore affidabili e dell’autonomia nel settore high-tech. L’UE, nella sua missione verso la sovranità digitale, ha annunciato l’adozione di una “Bussola Strategica” e lanciato il “Chips Act” per diventare un player di primo piano nell’industria dei semiconduttori.

Si parla di questo e di tanto altro nell’ISPI Global Watch, dedicato alla geoeconomia del mondo che verrà. Con un focus sulla Germania, “motore” economico d’Europa che si trova di fronte un possibile cambio epocale di modello di sviluppo. E uno sguardo al futuro del pianeta, che non consiste solo nella lotta al cambiamento climatico ma anche nella conservazione della biodiversità e nel contrasto alla desertificazione, con rilevanti implicazioni geopolitiche

I Focus

La pubblicazione odierna ha un ampio focus sullo scudo anti-spread e alle possibili Outright Monetary Transactions ed anche sul recente crollo di asset come i bitcoin, che ha messo in luce la necessità di regolamentazioni. E infine un ampio spazio è dedicato alle Supply Chains, che dopo la pandemia sono state messe alla prova anche dalla guerra.

Per maggiori approfondimenti visita la pubblicazione di ISPI Global Watch n.108 del 17/6/2022.

Per consigli e opportunità sui mercati internazionali, contattaci al Desk FarExport, per un primo orientamento al mercato o per altre informazioni specifiche (tel. 0444 232500 – email: info@farexport.it).

Lascia un commento

Your email address will not be published.