Il Social Selling per l’export #FarExportWebTalks

Il Social Selling per l’export #FarExportWebTalks

Il Social Selling per l’export

Il Social Selling all’estero“: ecco il titolo del nostro primo incontro online, andato “in onda” la scorsa settimana. #FarExportWebTalks è l’iniziativa nata per fare formazione in questo momento di lontananza per alcuni dall’ufficio. Per coniugare formazione continua e smart working, l’imperativo di questi giorni. Tutti i nostri appuntamenti digitali si svolgono il mercoledì, alle 15.00. Qui potete trovare l’elenco dei prossimi ed iscrivervi. Non è necessario seguire tutti i webinar, potrete selezionare solo quelli di vostro interesse. Se sfortunatamente mercoledì scorso eravate impegnati in una call e non avete potuto seguirci, scriveteci per sapere cosa vi siete persi. Oppure leggete il breve riassunto che abbiamo preparato qui sotto per voi.

A distanza

Per parlare di Social Selling è necessario rendersi conto che nel nostro mondo ipercompetitivo il digital non è un canale.

Il digital comprende l’intero ambiente in cui viviamo, creiamo valore, prendiamo decisioni.

Un ambiente reso oggi indispensabile dal difficilissimo momento che stiamo vivendo. Ma si tratta di un processo iniziato ben prima. Istantaneità, multicanalità, virtuale, sono tutte parole che facevano già parte del nostro mondo. In queste settimane ne stanno diventando parte integrante, vista l’impossibilità di muoversi. Ma noi che ci occupiamo di export ne conoscevamo già da tempo l’importanza. Quando non ci si può vedere di persona perché ci si trova ad un continente di distanza, il modo in cui ci si presenta nel mondo digitale è quello che conta per fare una buona prima impressione.

A distanza, la reputazione che conta è quella digitale.

Come costruire una buona reputazione

Alla base della nostra reputazione social sta il nostro personal branding: la nostra immagine di professionisti va curata. Proprio come fosse il brand aziendale.

Dobbiamo dare ai nostri potenziali clienti motivi per fidarsi di noi, dimostrando la nostra esperienza, condividendo informazioni.

Ricordando sempre che stiamo parlando non a clienti o imprese, ma a persone. Qualunque sia il nostro ruolo o il nostro settore, questa deve essere la base della nostra comunicazione. Questo si traduce ad esempio nell’evitare i luoghi comuni, le incoerenze, le inesattezze, la superficialità. Cercando di incuriosire, divertire, stimolare. Come vorremmo che qualcun altro facesse con noi.

Tecniche di Social Selling

Il Social Selling vuole farci usare i canali social per raggiungere i nostri obiettivi di vendita; in questo senso, è uno strumento di business. Solo che non lo fa concentrandosi sul prodotto che vendiamo, ma concentrandosi sui gusti del potenziale cliente. Coinvolgendolo. Costruendo un rapporto di fiducia. Sui social non solo posso trovare potenziali clienti, ma posso farmi trovare e “coltivare” la relazione con i contatti esistenti. Scelta la piattaforma o le piattaforme su cui vogliamo muoverci,

apriamo e sistemiamo pagine aziendali e profili personali. Produciamo contenuti interessanti e sponsorizziamoli. Cerchiamo le persone interessanti e soprattutto il dialogo con loro.

Sembra un discorso interessante? Lo è.

Per imparare a farlo bene, ne puoi parlare con i nostri esperti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.