FarExport con voi, per la ripresa

FarExport con voi, per la ripresa

Le attività di FarExport per la ripresa

Iniziamo a conoscere una nuova normalità, con la sensazione che la vera ripresa sia lontana.

Alcuni non si sono mai fermati, altri hanno visto una parziale ripresa delle attività, altri tornano solo ora in ufficio, trovando il calendario con la pagina rimasta a mesi prima. Nonostante il lento rientro, il “new normal” con le sue varie fasi, dopo il brusco arresto economico, si continua a guardare con preoccupazione ai prossimi mesi.

Per le aziende esportatrici, in particolare, lo scenario del commercio internazionale, già in declino negli ultimi mesi dello scorso anno, è diventato ora estremamente complesso: i rischi legati a recrudescenze della pandemia fanno temere sul piano lavorativo nuove normative per limitare trasferte e aumentare i controlli doganali, o nuovi standard sulla sicurezza per cui doversi attrezzare. In generale, l’obbligo a trasferire online gran parte delle attività che prima si potevano svolgere in presenza, ha costretto tanti ad adattarsi in tempi rapidissimi a modalità e tecnologie che in condizioni normali avrebbero richiesto un lungo periodo di acquisizione e relativo adattamento.

Ma sono proprio i momenti più difficili quelli in cui bisogna resistere e soprattutto trovare nuove strategie per arginare il problema o per affrontare la ripresa al meglio, una volta possibile.

Ecco perché abbiamo cambiato i programmi

Da un lato abbiamo continuato ad offrirvi i nostri Servizi tradizionali, per aiutarvi a trovare nuovi mercati dove esportare o verificare l’effettiva potenzialità di quelli che già conoscete. Ma anche per scovare nuovi partner commerciali o nominativi di potenziali clienti interessati ai vostri prodotti. Dall’altro però ci siamo anche adoperati in vista di una ripresa che ci auguravamo fosse il più vicina possibile, sfruttando gli strumenti di comunicazione online per fornirvi efficaci misure di formazione e affiancamento strategico.

E ciò per non venire meno all’obiettivo principale su cui fondiamo il nostro lavoro:

accompagnare le aziende nei loro processi di internazionalizzazione a tutti i livelli ed in ogni momento.

Un segnale importante, per noi, di impegno e dedizione per il nostro territorio.

Cosa abbiamo fatto negli ultimi mesi?

Come è successo un po’ a tutti, in questo strano periodo, abbiamo dovuto rinunciare agli incontri di persona e siamo passati ai webinar. Certo, ne ha risentito la possibilità di fare network, che da sempre per noi è uno dei vantaggi fondamentali dei nostri appuntamenti. Ma ne ha guadagnato l’ottimizzazione dei tempi, soprattutto per i partecipanti.

Abbiamo organizzato una serie di iniziative gratuite, ritenendo, con la preziosa collaborazione dei nostri consulenti, che fosse questo il momento in cui cercare di offrire alle aziende e ai loro dipendenti quante più competenze possibili, per trasformare un momento di fermo imposto in un momento di crescita almeno personale. Per essere pronti ad affrontare la ripresa.

Sei appuntamenti gratuiti, tenutisi tutti i mercoledì dal 25 marzo al 29 aprile, della durata di un’ora, diretti agli Export Manager ed agli imprenditori delle aziende associate a Confindustria Vicenza con interessi in ambito export. Abbiamo parlato di Linkedin, di Strategia Export, di fiere virtuali, delle nuove misure ICE.

Ai  primi 6 webinar abbiamo fatto seguire tre incontri online (6, 13, 20 maggio), organizzati da FarExport in collaborazione con VIC Digital, Intesa Sanpaolo ed East Media, società del gruppo Triboo, per analizzare più in dettaglio le modalità di comunicazione online e i trend del mercato cinese, il primo dei grandi mercati mondiali ad uscire dall’emergenza Coronavirus. Abbiamo parlato di WeChat, Weibo, Tmall, Little Red Book, Douyin, solo per dare un’idea.

Abbiamo trasferito online i nostri tradizionali approfondimenti di mercato, con esperti e resident, per continuare a permettere alle aziende di chiarire nel dettaglio le diverse tematiche legate ai mercati esteri (fiscali, legali, giuslavoristiche, finanziarie…) o semplicemente capire quali fosse il sentiment nei vari paesi, colpiti in modo più o meno doloroso dal contagio. Abbiamo iniziato con l’India, per poi proseguire con Germania, Polonia, USA, Messico, Colombia, Brasile, Russia, Est Europa, Francia.

Mercoledì 27 maggio 2020 è stata la volta del webinar gratuito, in collaborazione con Niuko, focalizzato sugli strumenti di formazione online rivolti alla rete vendita, con la partecipazione di Antonella Pescio, Consulente Strategico e Temporary Manager di grandi multinazionali italiane. Brevi video coinvolgenti e gamification possono essere alla base del maggiore successo dei rivenditori, specialmente quando si tratta di nuovi prodotti o prodotti con un costo più alto rispetto alla concorrenza.

In aggiunta a quanto elencato sopra abbiamo anche organizzato un ciclo di incontri a pagamento, per chi volesse approfondire temi ritenuti particolarmente interessanti. “Trovare nuovi clienti all’estero, senza poter viaggiare”, è stato un ciclo di 5 incontri, dal 22 maggio al 19 giugno, durante i quali abbiamo analizzato le modalità di business development tradizionali, insieme agli strumenti digitali, che con lo spazio virtuale ci permettono di ridurre le distanze fisiche. Gli appuntamenti, destinati al personale aziendale che si occupa di mercati esteri, hanno avuto lo scopo di fornire strumenti concreti per pianificare strategie commerciali e aumentare la visibilità dell’azienda su LinkedIn. Con la collaborazione di Pier Paolo Galbusera e Giorgio Venturini.

Non siete riusciti a seguire gli eventi o vi interessa uno degli argomenti toccati? Parliamone insieme.

E ora? Non ci fermiamo, ovviamente. Stiamo lavorando alle iniziative per le prossime settimane. Stay tuned!

Lascia un commento

Your email address will not be published.