Comunichi correttamente con gli interlocutori esteri?

Comunichi correttamente con gli interlocutori esteri?

Saper fare affari non è solo una questione di economia, ma anche e soprattutto di comunicazione. Avere delle buone relazioni commerciali, esplorare nuovi mercati o acquisire nuovi clienti esteri, servirsi di distributori o agenti fuori dall’Italia: per comunicare basterà parlare una lingua comune, vi direte. E invece no, non è così automatico. La comunicazione è fatta apparentemente di parole, ma ciò che conta è cosa si comunica, e poi come lo si comunica.

“Il mondo è un bel libro, ma poco serve a chi non lo sa leggere” – diceva Goldoni. Già… Non tutto è traducibile letteralmente. E’ necessario conoscere molto bene la cultura della controparte. E per cultura si intende una miriade di variabili, compresi il comune sentire e gli usi e costumi.

La comunicazione cross-culturale può mettere a rischio i nostri affari, se non la affrontiamo con il giusto riguardo. Tradurre documenti, lettere, contratti, brochure commerciali o pagine web dei siti aziendali è una cosa seria. Non va fatta con superficialità, pensando di poter “far tutto in casa”, con quel poco di inglese che conosciamo. E’ opportuno affidarsi sempre a dei professionisti: è vero, vi costerà di più, ma saranno soldi ben spesi, e che alla lunga vi faranno guadagnare di più.

Tra l’altro, nel rivolgersi a traduttori professionisti si ha la possibilità anche di poter usufruire di esperti di aree linguistiche specifiche, quali il legale, il sindacale o gli svariati settori produttivi. Un aspetto, questo, da non sottovalutare: infatti, la buona conoscenza della lingua non implica necessariamente la conoscenza di tutte le aree linguistiche. In poche parole, possiamo essere dei conoscitori sopraffini dell’inglese commerciale, ma non saper interpretare correttamente, ad esempio, i cavilli legali o le espressioni scientifiche e mediche.

Inoltre, l’incontro tra culture differenti, soprattutto in ambito commerciale, richiede sempre più spesso l’utilizzo di conoscenze trasversali alla sola competenza linguistica, riconducibili al contesto “non verbale“. Altro aspetto, questo, che può essere gestito al meglio solo da chi è immerso profondamente nell’altra cultura.

Torneremo sugli aspetti culturali e la loro importanza negli incontri d’affari nel prossimo post.

Avete bisogno di traduttori qualificati ed esperti? Chiedete a FarExport, scrivendo a info@farexport.it. Collaboriamo con una serie di professionisti super collaudati!

Lascia un commento

Your email address will not be published.