Segnali sempre più positivi dall’export Veneto

Segnali sempre più positivi dall’export Veneto

Nel 1° semestre del 2017  l’export italiano ha toccato un ottimo +8%, con i risultati migliori verso i mercati di Cina, Russia, Paesi del Mercosur e dell’Asean.

La crescita delle esportazioni si è vista su quasi tutti i settori produttivi, con punte di spicco nei settori energetico, farmaceutico, chimico e delle automobili.

E’ un futuro in accelerazione, tra ripresa e profondi cambiamenti, quello che attende l’export italiano nei prossimi quattro anni secondo quanto emerge da “Export Unchained. Dove la crescita attende il Made in Italy“, l’ultimo Rapporto Export di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP.

In tale contesto il Veneto, che è la seconda regione italiana a esportare di più, dietro soltanto alla Lombardia, ha superato nel 2016 i 58 miliardi di euro (+1,3%), pari al 14% del totale nazionale.
Il 70% circa del totale esportato è rappresentato da cinque settori: meccanica strumentale, tessile e abbigliamento, altra manifattura, metallurgia, alimentari e bevande.

Le destinazioni più gettonate sono un buon mix di mercati dell’area UE (59,1 %) ed extra-UE (40,9%).

Vuoi approfondire? Leggi gli estratti di rassegna stampa qui allegati.

rassegna-made in Italy nei mercati internazionali

rassegna-quanto vale l’export veneto

Lascia un commento

Your email address will not be published.